BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DEL METODO RAGGI® CON PANCAFIT®                                                                          fbverde ragg 1  fb business posturalmed1  google verde  inverde  youtubeverde  

TRANSFORM

Sito Ufficiale

×
 x 

Carrello vuoto
CarrelloCarrello vuoto

cervicalgia

 

 

 

 

    IMG 5423B   IMG 5464MOD IMG 5209MOD

 IMG 5261MODB   IMG 8321mod

 

Informazioni in merito a sintomi, cause, rimedi, effetti relativi alla patologia

Testimonianze dell’intervento posturologico per ricercare la causa, e individuare esercizi per ridurre o annullare il dolore

 
Tecniche di riequilibrio posturale Metodo Raggi® con Pancafit®
 
 
Il rimedio automatico del corpo di fronte ad un dolore di qualsiasi genere e natura, è tutelarsi attraverso l’alterazione momentanea della postura.
Qualora il dolore non venga risolto ricercando ed eliminando la vera causa, la postura utilizzata dal corpo per sfuggire al dolore tenderà a strutturarsi in modo irreversibile, diventando la norma. Ma ogni postura antalgica adottata non consentirà più normali funzioni del corpo; tali alterazioni posturali innescheranno a loro volta nuove patologie in altre aree del corpo.

Solo e soltanto attraverso un approccio globale ed esercizi posturali senza compensi – “decompensati”- il corpo sarà in grado di far emergere l’antica causa del dolore mantenuta nascosta nel tempo, a volte persino dimenticata (incidente, trauma, cicatrici, malocclusioni, problemi organici, conflitti emozionali, ecc…).

La moderna posturologia clinica è in grado di rintracciare la causa che ha scatenato la patologia attraverso test ed esami posturali statici e dinamici, test strumentali, anamnesi articolate etc. L’individuazione della causa permette un trattamento adeguato, specifico e dunque risolutivo della patologia.

Informazioni sulla patologia: sintomi, possibili cause, termini connessi, articoli
 
Cervicalgia: il termine cervicalgia indica il dolore localizzato al tratto cervicale della colonna vertebrale. Tale distretto ha come peculiarità la grande mobilità: infatti consentendo alla testa di girare velocemente in moltissime direzioni (senza che debbano intervenire in aiuto altre parti della colonna vertebrale), permette allo sguardo di essere estremamente dinamico. Per contro, il tratto cervicale è facilmente esposto a traumi pericolosi, come il colpo di frusta o quelli prodotti in determinate attività sportive (es: la lotta, dove il collo diventa strumento di presa). Una cervicalgia di modesta intensità in genere non perdura nel tempo e tende a risolversi in modo spontaneo, soprattutto se causata da una semplice infiammazione o da un colpo d’aria. Il dolore più intenso è legato a spasmi muscolari di difesa; ad una compressione radicolare causata da un movimento brusco, che ha determinato una piccola sub-lussazione cervicale; ad eccessivo stress prolungato. In questi casi il dolore tende a cronicizzarsi ed allora bisogna intervenire, scoprendone la causa ed agendo quindi nella direzione adeguata. Altre cause importanti, in grado di scatenare cervicalgie, possono essere individuate in discopatie, protrusioni od ernie discali, artrosi, artrite reumatoide.
 
Sintomi della cervicalgia: può iniziare con una semplice spossatezza, debolezza o pesantezza al tratto cervicale, aumentare poi per diventare dolenzia sopportabile ma persistente, fino ad arrivare al dolore vero e proprio in tutto il collo o anche solo una parte o un lato dello stesso. Può irradiarsi ed estendersi alla testa, fino a causare emicrania o cefalea (mal di testa). Questi dolori possono, da accettabili, diventare insopportabili.
 
Possibili cause della cervicalgia: come sopra indicato, i fattori possono essere molteplici. Spaziano dall’eccessivo e prolungato stress alla mancanza di movimento e di un corretto esercizio., dai traumi e microtraumi al colpo di frusta, dallo stress attentivo prolungato ai sussulti violenti ecc. Di estremo interesse gli squilibri posturali, la cui origine può risiedere in una malocclusione, in una distorsione del piede, in una falsa eterometria (falsa gamba corta), in un problema dell’intestino. Tutto ciò innesca una serie di meccanismi che nel tempo possono portare, oltre che alla cervicalgia, anche a discopatia, ernia del disco, etc.. 
Persino un occhio pigro, una difficoltà di convergenza di uno o di entrambi gli occhi oppure uno strabismo possono causare rigidità del tratto cervicale della colonna vertebrale in seguito a posture compensative.
Allo stesso modo anche gli acufeni, se di discreta intensità, perturbando la funzione uditiva sono in grado di generare tensione al tratto cervicale e, nel tempo, cervicalgia.

Anche il mal di schiena che generi come conseguenza rigidità al tratto lombare della colonna vertebrale coinvolgerà di conseguenza il tratto cervicale richiedendo a questi una funzione maggiorativa per compensare il limite del tratto lombare.

Non meno importante sono quei fenomeni disfunzionali dell’apparato masticatorio quali malocclusione, edentulia (mancanza di denti), deglutizione scorretta, correnti galvaniche, lussazione dell’articolazione temporo-mandibolare.

Anche patologie e problematiche del setto nasale quali: deviazione del setto, polipi nasali e adenoidi sono in grado di disturbare la normale funzione respiratoria innescando inevitabili ipertonie dei muscoli respiratori accessori situati nel tratto cervicale; nel tempo tale situazione genererà inevitabilmente una cervicalgia, una rigidità o un processo artrosico sino ad ernie cervicali.

Possibili effetti della cervicalgia: tra i possibili effetti troviamo la rigidità cervicale, la brachialgia, e ricadute tensive su tutto il sistema tonico posturale.

La conseguenza di un eccesso di tensione difensiva causato dal dolore al tratto cervicale, può generare fenomeni infiammatori del plesso brachiale, tendinite, borsite, sinovite, tunnel carpale, rizoartrosi, epicondilite.

Inoltre la cervicalgia innesca tensioni antalgiche alle spalle e alle braccia, coinvolgendo tutto il torace e modificando la funzione respiratoria. Attraverso il diaframma possibili disturbi possono riverberarsi al tratto lombare della colonna vertebrale (lombalgia/mal di schiena, ernia ecc.), all’anca, (coxoartrosi) e all’apparato digestivo.
 
Termini connessi alla patologia: cervicalgia, algia cervicale, algia del tratto cervicale, algia del rachide cervicale, infiammazione del collo, torcicollo, colpo di frusta, cefalea miotensiva, malocclusione, falsa eterometria, intestino, discopatia, ernia del disco, acufeni, malocclusione, edentulia, deglutizione scorretta, correnti galvaniche, articolazione temporo-mandibolare, deviazione del setto nasale, polipi nasali, adenoidi, brachialgia, plesso brachiale, tendinite, borsite, sinovite, tunnel carpale, rizoartrosi, epicondilite, lombalgia, mal di schiena, coxoartrosi, infiammazione, colonna vertebrale, posturologia, postura, muscoli, esercizi, rimedi, cura, patologia, dolore, operazione chirurgica, intervento

Per un approfondimento della patologia si segnalano i seguenti articoli del prof. Raggi e le tesi di ricerca sulle Applicazioni del Metodo Raggi®:

DIAGNOSI & TERAPIA - Anno XXIV n° 10, 20 Dicembre 2005
La parola al paziente: “Dopo il colpo di frusta sono peggiorato”. Colpo di frusta, dolori cervicali, nausee, cefalee...

Il FISIOTERAPISTA - Anno 5 n° 5 Settembre/Ottobre 1999
Manifestazioni di origine compressiva del rachide cervicale.

RIABILITAZIONE OGGI - Anno XV n° 9 Novembre 1998
Patologie da compressione del rachide cervicale di origine posturale e diaframmatica

DIAGNOSI & TERAPIA - Anno XXII n° 5, 20 Maggio 2003
Postura, Diaframma e Cervicalgie

UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA - Master post lauream in posturologia
Dott.ssa Laura Ciccarelli (Formazione Base Metodo Raggi®), A.A. 2002/2003
Algie vertebrali e squilibrio posturale (abstract)

UNIVERSITA’ LA SAPIENZA DI ROMA - Master post lauream in posturologia
Prof. Giuseppe Di Cesare (Formazione Base Metodo Raggi®), A.A. 2002/2003
Relazione fra diaframma e postura in soggetti con algie e alterazioni funzionali del rachide cervicale (abstract)

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI BOLOGNA
Autore: Simone Cairo (Formazione Base Metodo Raggi®), A.A. 2003/2004
Esercizio fisico razionale nelle algie cervicali da disordini posturali… (abstract)

 
Testimonianze di pazienti che sono migliorati grazie al riequilibrio posturale
 
PREMESSA IMPORTANTE: i casi sotto riportati sono il risultato di un lavoro di equipe da parte dei nostri posturologi, chinesiologi, chinesiterapisti, massofisioterapisti, docenti Pancafit®, Metodo Raggi®.

I pazienti sono stati tutti trattati con il Metodo Raggi®, metodica che si avvale dell’attrezzo Pancafit® per rendere il lavoro più facile, veloce e con risultati statisticamente più elevati.

N.B. Tra i molti casi da noi trattati sono stati scelti solo questi, in quanto descrivibili in modo semplice e scorrevole, senza il ricorso ad una terminologia prettamente scientifica, poco apprezzata da un pubblico non specializzato nel settore riabilitativo.
I nostri terapisti sono a disposizione per chi desiderasse ulteriori informazioni.

cliccare sul titolo per leggere il caso completo

TRAUMA CERVICALE E LOMBOSCIATALGIA
Chi: Paziente di 63 anni – sesso femminile – estetista e riflessologa
Sintomi: Lombosciatalgia e cervicalgia
Causa scatenante: Cadute in bicicletta
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Dolore completamente scomparso

DOLORI CERVICALI E DIAFRAMMA
“L’importanza dei traumi”
Chi: Paziente di 32 anni – sesso maschile – giornalaio
Sintomi: Dolore al collo e rigidità alle spalle
Causa scatenante: Caduta sulla schiena e trauma cranico
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Dolore al collo scomparso, spalle molto più mobili. In generale più leggero e molto più sciolto nei movimenti

DOLORI CERVICALI DOPO ANNI DI COLLEGIO
Chi: Paziente di 40 anni – sesso femminile – architetto
Sintomi: Forti mal di testa e dolori cervicali
Causa scatenante: Cicatrice taglio cesareo e caduta sul sacro
Sedute posturali eseguite: N° 7
Risultato: Cefalee completamente passate

DOLORI CERVICALI DOPO ANNI DI COLLEGIO
“La retromarcia è diventata un problema”
Chi: Paziente di 65 anni – sesso femminile – sarta
Sintomi: Dolore cervicale
Causa scatenante: Vita non serena in collegio da ragazza
Sedute posturali eseguite: N° 6
Risultato: Dolore quasi completamente scomparsi

CERVICALGIA E MAL DI TESTA PER PROBLEMI LEGATI AGLI OCCHI!
“I miei occhi, sofferenti sin da bambino, mi stavano rendendo la vita impossibile”
Chi: Paziente di 55 anni – sesso maschile – impiegato
Sintomi: Forte dolore a livello cervicale e violenti mal di testa
Causa scatenante: Operazione per glaucoma all’occhio destro e frattura alla caviglia
Sedute posturali eseguite: N° 8, a cui è seguito un programma di esercizi da fare a casa
Risultato: Scomparsi i dolori acuti alla testa e la cervicalgia; visione più nitida delle immagini: miglioramento generale dell’elasticità

ALLA SERA CERVICALGIA, AL MATTINO LOMBOSCIATALGIA I PARTE
“L’efficacia di un lavoro globale”
Chi: Paziente di 46 anni – sesso femminile – parrucchiera
Sintomi: Da 10 anni fastidiosa lombosciatalgia al risveglio, e alla sera pesante cervicalgia
Causa Scatenante: Muscolatura paravertebrale molto tesa e tensione diaframmatica
Sedute posturali eseguite: N° 7
Risultato: Al risveglio lombosciatalgia in forma leggerissima mentre alla sera più nessun disturbo. Leggerezza di collo, spalle e schiena, ora in assetto migliore

ALLA SERA CERVICALGIA, AL MATTINO LOMBOSCIATALGIA II PARTE
“Una ricaduta sospetta dovuta ad un conflitto emozionale”
Chi: Paziente di 46 anni – sesso femminile – parrucchiera
Sintomi: 3 mesi dopo la 5a seduta (v. sopra), ritorna la lombosciatalgia
Causa scatenante: Un “conflitto emozionale” con il marito
Sedute posturali eseguite: N° 7
Risultato: Scomparsa della lombosciatalgia

DOLORI CERVICALI, COLPO DI FRUSTA, NAUSEA E CEFALEE
“L’importante è non arrendersi !”
Chi: Paziente di 27 anni – sesso maschile – docente universitario
Sintomi: Forte blocco a tutta la zona del collo e fastidiose emicranie con nausea e dolori agli occhi
Causa scatenante: Incidente in auto un mese prima: forte trauma al collo
Sedute posturali eseguite: N° 20
Risultato: Scomparsa delle emicranie e collo libero nei movimenti. Maggiore flessibilità di tutto il corpo

DOLORI CERVICALI E LOMBARI ANNI DOPO UN OPERAZIONE DI ERNIA DEL DISCO
“Finalmente posso tornare a prendere in braccio il mio nipotino!”
Chi: Paziente di 62 anni – sesso femminile – casalinga
Sintomi: Dolori diffusi, soprattutto alla zona lombare e cervicale, con dolenzie alle ginocchia ed alla spalla sinistra
Causa scatenante: Grave incidente d’auto 30 anni prima, a causa del quale era entrata in coma
Sedute posturali eseguite: N° 8 e utilizzo a casa di Pancafit
Risultato: Dolori scomparsi, colonna vertebrale più flessibile e funzionalità generale migliorata: ha potuto riprendere in braccio il nipotino!
 
DOLORI CERVICALI E VERTIGINI A SEGUITO DI UNA CADUTA
“Sono rimasta qualche minuto senza respiro!”
Chi: Paziente di 39 anni – sesso femminile – commessa in macelleria
Sintomi: Cervicalgia associata a vertigini e lombalgia: invalidanti
Causa scatenante: Infortunio sul lavoro: caduta malamente a terra con un peso
Sedute posturali eseguite: N° 6
Risultato: Scomparsa dei dolori e delle vertigini
 
CERVICALGIA, VERTIGINI, DOLORI ALLE SPALLE… EFFETTO DI VECCHI TRAUMI E STRESS EMOTIVI
“Mi sento divisa a metà, come se fossi in due corpi diversi”.
Chi: Paziente di 34 anni – sesso femminile – cassiera
Sintomi: Problemi di equilibrio e rigidità del tratto cervicale e delle spalle
Causa scatenante: Tamponamento in auto all’età di 17 anni (colpo di frusta)
Sedute posturali eseguite: N° 9
Risultato: Crisi vertiginose meno frequenti ed intense; maggiore libertà alle spalle ed al collo
 
DOLORI CERVICALI E LOMBARI CAUSANO UN’EPICONDILITE
Chi: Paziente di 37 anni – sesso maschile – meccanico di auto
Sintomi: Forti dolori lombari e cervicali, scarsa mobilità pollice destro
Causa scatenante: Rigidità muscolare, trauma lombare e tensione diaframmatica
Sedute posturali eseguite: N° 8
Risultato: Netto miglioramento del dito pollice; maggiore facilità a dormire; muscolatura più sciolta e libera nei movimenti
 
“Una questione di ansia”
Chi: Paziente di 61 anni – sesso femminile – casalinga
Sintomi: Forti mal di testa quasi quotidiani, abbinati a pesantezza e dolenzia diffusa in tutto il corpo
Causa scatenante: Blocco diaframmatico per una forte ansia peggiorata dalla morte del marito 8 anni prima
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Spariti i dolori a collo e piedi; gli stati d’ansia non la tormentano più incessantemente come prima. Sonno migliore e mal di testa scomparso
 
“Non c’è libertà nelle spalle se non c’è libertà del diaframma Francois Mezièrès”
Chi: Paziente di 48 anni – sesso femminile – insegnante di scienze
Sintomi: Lesione tendinea alla spalla destra, dolore e difficoltà di movimento
Causa scatenante: Muscolo del diaframma irrigidito per il forte stress e l’ansia
Sedute posturali eseguite: N° 6
Risultato: Dolore alla spalla completamente scomparso
 
Chi: Paziente di 36 anni – sesso maschile – impiegato/pilota
Sintomi: Lombosciatalgia bilaterale e cervicalgia
Causa scatenante: Incidente d’auto all’età di 17 anni (testata al parabrezza)
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Scomparsa dei dolori e sensazione di libertà in tutto il corpo (gambe, schiena), con notevole miglioramento della flessibilità
 
“Mentre operavano il mio fidanzato, qualcosa dentro di me è saltato…”
Chi: Paziente di 26 anni – sesso femminile – studentessa
Sintomi: Forti crampi invalidanti alle mani e alle dita
Causa scatenante: Trauma emotivo (operazione del fidanzato per tumore)
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Scomparsa totale dei sintomi. Miglioramento dello stato d’animo, del sonno e del riposo
 
“Ne ho viste tante, che il mio corpo ormai non ce la faceva più ad andare avanti”
Chi: Paziente di 77 anni – sesso femminile - commessa in pensione
Sintomi: Dolori zona lombare, tratto cervicale e ginocchia. Crampi agli arti inferiori
Causa scatenante: Piedi doloranti e rigidi per forti distorsioni alle caviglie; caduta dalle scale
Sedute posturali eseguite: N° 8
Risultato: Scomparsi i dolori al collo, alla schiena, alle ginocchia ed ai piedi, così come i crampi
 
Lettera aperta della Signora Silvana M.
Esausta dalla condizione in cui stavo vivendo da molto tempo e quasi senza poterla abbandonare, sono venuta a conoscenza di Pancafit e del Metodo Raggi e ho iniziato un ciclo di trattamenti.
Avevo alle spalle lunghi mesi di instabilità per mancanza di equilibrio: tutto intorno a me girava in continuazione e spesso anch’io mi percepivo parte di questi movimenti.