BENVENUTI NEL SITO UFFICIALE DEL METODO RAGGI® CON PANCAFIT®                                                                          fbverde ragg 1  fb business posturalmed1  google verde  inverde  youtubeverde  

TRANSFORM

Sito Ufficiale

×
 x 

Carrello vuoto
CarrelloCarrello vuoto

Protrusione

 

IMG 2249modb  IMG 5159mod

IMG 5186mod  IMG 6243MOD

 

 Informazioni in merito a sintomi, cause, rimedi, effetti relativi alla patologia

Testimonianze dell’intervento posturologico per ricercare la causa, e individuare esercizi per ridurre o annullare il dolore

Tecniche di riequilibrio posturale Metodo Raggi® con Pancafit®

Il rimedio automatico del corpo di fronte ad un dolore di qualsiasi genere e natura, è tutelarsi attraverso l’alterazione momentanea della postura. 
Qualora il dolore non venga risolto ricercando ed eliminando la vera causa, la postura utilizzata dal corpo per sfuggire al dolore tenderà a strutturarsi in modo irreversibile, diventando la norma. Ma ogni postura antalgica adottata non consentirà più normali funzioni del corpo; tali alterazioni posturali innescheranno a loro volta nuove patologie in altre aree del corpo.

Solo e soltanto attraverso un approccio globale ed esercizi posturali senza compensi – “decompensati”- il corpo sarà in grado di far emergere l’antica causa del dolore mantenuta nascosta nel tempo, a volte persino dimenticata (incidente, trauma, cicatrici, malocclusioni, problemi organici, conflitti emozionali, ecc…)

La moderna posturologia clinica è in grado di rintracciare la causa che ha scatenato la patologia attraverso test ed esami posturali statici e dinamici, test strumentali, anamnesi articolate etc. L’individuazione della causa permette un trattamento adeguato, specifico e dunque risolutivo della patologia.

Informazioni sulla patologia: 
sintomi, possibili cause, termini connessi, articoli
 
Protrusione discale: è uno schiacciamento del disco intervertebrale che può colpire ogni tratto della colonna vertebrale, principalmente il tratto lombare e quello cervicale. Può esistere senza alcuna manifestazione dolorosa oppure manifestarsi con dolore localizzato o diffuso sia al plesso brachiale che al nervo sciatico.
Lo schiacciamento del disco intervertebrale provoca il debordare del disco stesso (fenomeno detto anche bulging discale) riducendo in tal modo la sua funzione ammortizzatrice e riducendo lo spazio interdiscale.
La protrusione discale o discopatia, è una degenerazione del disco intervertebrale, che ha perduto la sua consistenza e la sua capacità di ammortizzare i carichi delle vertebre. Quando il disco intervertebrale comincia a deformarsi, assume dimensioni e spessori anomali. Questo ne determina la protrusione, ovvero deborda dai corpi vertebrali ed invade spazi non dovuti, arrivando, nei casi peggiori, a comprimere radici nervose e dura madre (ovvero la guaina che riveste il midollo spinale). In tal modo causa disagi, dolenzie o dolori anche di grossa entità, a cui spesso non è semplice trovare rimedi adeguati.
Una protrusione discale importante può essere definita come l’anticamera dell’ernia del disco.

Sintomi della protrusione discale: la protrusione discale può essere assolutamente asintomatica, cioe’ non presentare alcun tipo di dolore, quando non comprime radici nervose o non stira tessuti innervati.
In molti casi la protrusione discale manifesta la sua presenza attraverso dolori localizzati, a volte anche molto forti, a volte i dolori sono diffusi e irradiati lungo il decorso della radice nervosa che è stata compressa dalla deformazione o protrusione del disco intervertebrale.
A volte il sintomo doloroso può essere così violento da essere confuso con un’ernia del disco. La risonanza magnetica e la tac potranno palesare la vera origine del dolore.

Possibili cause della protrusione discale: come per la lombalgia o l’ernia del disco, le cause possono essere svariate: ad esempio un utilizzo scorretto del corpo, posture alterate, esercizi non adeguati, vecchi traumi o alterazioni posturali che hanno condizionato il modo di stare in piedi, di camminare o di muovere il corpo.
Tra le possibili cause troviamo anche: il movimento eccessivo o inesistente, gli sport violenti, salti, balzi incongruenti, posture lavorative inadeguate, senescenza del disco, dismetabolismi che hanno alterato il ph e l’equilibrio dei minerali, scarso riposo da supini, sollevamento di carichi pesanti, sedentarietà, traumi, cadute violente, colpo di frusta, cicatrici, problemi respiratori, gesti sportivi tecnici ripetuti nel tempo,vizi posturali professionali, microtraumi ripetuti, malattie autoimmuni, malattie del metabolismo, eccesso di stress, di tensioni muscolari, di rigidità ed accorciamento delle catene muscolari.
Tutti questi elementi contribuiscono a creare compressioni del disco e di tutte le articolazioni della colonna vertebrale, vertebre comprese.

Possibili effetti della protrusione discale: la protrusione discale può comportare i seguenti sintomi e patologie: cervicalgia, cervicobrachialgia, lombalgia, lombosciatalgia, parestesia, formicolio, compressioni del sacco durale. La protrusione discale può impegnare il forame di coniugazione coinvolgendo in tal caso la radice nervosa del tratto vertebrale specifico.

Termini connessi alla patologia: protrusione discale, protrusione del disco, disco protruso, bulging discale, anulus protruso, disco-artrosi, schiacciamento, disco intervertebrale, colonna vertebrale, infiammazione, plesso brachiale, nervo sciatico, ernia del disco, protrusione asintomatica, radice nervosa, senescenza del disco, dismetabolismi, colpo di frusta, cicatrici, problemi respiratori, malattie autoimmuni, malattie del metabolismo, rigidità ed accorciamento delle catene muscolari, cervicalgia, cervicobrachialgia, lombalgia, lombosciatalgia, parestesia, formicolio, compressioni del sacco durale, forame di coniugazione, radice nervosa
Testimonianze di pazienti che sono migliorati grazie al riequilibrio posturale

PREMESSA IMPORTANTE: i casi sotto riportati sono il risultato di un lavoro di equipe da parte dei nostri posturologi, chinesiologi, chinesiterapisti, massofisioterapisti, docenti Pancafit®, Metodo Raggi®.
I pazienti sono stati tutti trattati con il Metodo Raggi®, metodica che si avvale dell’attrezzo Pancafit® per rendere il lavoro più facile, veloce e con risultati statisticamente più elevati.
 
N.B. Tra i molti casi da noi trattati sono stati scelti solo questi, in quanto descrivibili in modo semplice e scorrevole, senza il ricorso ad una terminologia prettamente scientifica, poco apprezzata da un pubblico non specializzato nel settore riabilitativo.

I nostri terapisti sono a disposizione per chi desiderasse ulteriori informazioni.

cliccare sul titolo per leggere il caso completo

PARESTESIE ALLE BRACCIA E PROTRUSIONE CERVICALE
"Se c’è un effetto c’è sempre una causa"
Chi: Paziente di 53 anni – sesso femminile – insegnante
Sintomi: Dolori, bruciori e parestesie bilaterali agli arti superiori. Protrusione cervicale.
Causa scatenante: Problemi intestinali e forti stress emotivi
Sedute posturali eseguite: N° 8
Risultato: Bruciori e parestesie completamente spariti. Collo meno rigido e contratto, più facilitato nei movimenti

ERNIA E PROTRUSIONE LOMBO-SACRALE: UNA POSSIBILE ALTERNATIVA ALL’INTERVENTO
“Da scettico sono diventato felice!”
Chi: Paziente di 35 anni – sesso maschile – imprenditore
Sintomi: Ernia del disco e protrusione lombare, con forti dolori alla schiena
Causa scatenante: Vecchia caduta sul coccige e muscoli diaframma e psoas contratti
Sedute posturali eseguite: N° 10
Risultato: Dolori scomparsi e nuova RMN con valori così migliorati da non richiedere più l’intervento chirurgico

PROTRUSIONE E DOLORE LOMBO-SACRALE
Chi: Paziente di 37 anni – sesso maschile – consulente
Sintomi: Dolore lombo-sacrale
Causa scatenante: Cicatrice per asportazione di una ciste sacro-coccigea
Sedute posturali eseguite: N° 5
Risultato: Dolore lombosacrale completamente passato. Riesce a stare seduto senza avvertire più alcun disagio ed ha ripreso l’attività sportiva

ARTROSI LOMBARE, PROTRUSIONI E SPONDILOLISTESI:
STORIA DI UN EX GIOCATORE DI RUGBY
Chi: Paziente di 47 anni - sesso maschile – ex giocatore di rugby
Sintomi: Persistenti dolori zona lombare e glutei
Causa scatenante: Intensa attività fisica e traumi da sport
Sedute posturali eseguite: N°10
Risultato: Dolore completamente scomparso.